Go Eleven ringrazia il pubblico di Imola.

Go Eleven ringrazia il pubblico di Imola.

La SBK ha regalato un grande spettacolo oggi, qui ad Imola, a cui hanno assistito ben 76.317 persone, un tifo bello, sportivo, senza fischi ne insulti verso i protagonisti!

Parte alla grande il venerdì di Roman Ramos, chiude all’ottavo posto la prima sessione, concentrandosi poi sul passo gara. Punta sul terzo ed ultimo turno di qualifiche per fare un tempo che gli permettesse di entrare diretto in q2, ma purtroppo un guasto tecnico non glielo consente. Il sabato si dice soddisfatto della propria moto ed in gara uno ci fa divertire, lotta tutto il tempo con Baz e Mercado nel gruppetto che si giocava la nona posizione finale, ma la sfortuna lo ferma….una pompa benzina lo costringe al rientro al box.

In gara due parte convinto di poter fare un bel risultato, ma fin da subito è costretto a lottare con una eccessiva mancanza di grip, la moto scivola e non riesce ad essere così veloce come lo era stato nelle prove, il dodicesimo posto è un bel risultato, il Massimo che poteva fare.

Non è stato un week end facile per Michael Canducci, ha lavorato sulla moto e su se stesso per tornare in forma. Partito male ha fatto una buona gara, sul finale ha dovuto mollare un pò a causa del decadimento delle gomme.

Iturrioz ha girato molto bene il venerdì, dopo tanto tempo lontano dalla velocità nessuno si aspettava certi rilevamenti cronometrici, il sabato purtroppo fa un piccolo errore e cade. In gara è costretto al ritiro a causa di un problema sulla frizione.

Kenan Sofuoglu, un grande uomo oltre che un grande pilota, oggi si ritira dalle corse dopo ben vent’anni di gare, quarantatre vittorie, ottantaquattro podi e Cinque Titoli Mondiali vinti. Grazie per quanto dato al nostro sport.

“In tantissimi siete venuti a salutarci in pista, grazie a tutti, ci avete emozionato con il vostro calore.”

Roman Ramos 40 (WSBK race 1; rt):

Quest’ anno non riesco a partire bene, non capisco il perché! In gara cmq avevo un buon ritmo e stavo risalendo bene, Haslam non era lontano, pensavo di poterlo prendere ma poi mi sono dovuto fermare a causa di un guasto tecnico. Grazie a tutto il team cha ha lavorato la notte per darmi il massimo.

Roman Ramos 40 (WSBK race 1; 12th):

Non capisco cosa sia successo, la moto era uguale a quella della prima manche, però scivolava molto e non potevo essere veloce. Oggi per noi questo è un buon risultato.

Michael Canducci (WSS; 18th):

Ho lavorato tutto il fine settimana per migliorare il feeling in staccata ed ingresso curva, sono abbastanza soddisfatto del lavoro svolto ed in gara mi trovavo bene, almeno fino a metà gara, poi quando è diminuito il grip ho faticato a tenere lo stesso ritmo ed ho perso qualche posizione.

Iturrioz Ezequiel 34 (WSS; rt ):

per me è stata una grande emozione tornare nel mondiale a distanza di tempo, questa moto è fantastica, va davvero bene! Ora devo migliorare io, speravo in una gara dove avrei potuto raccogliere esperienza ed informazioni, invece è finita prima del previsto.

Denis Sacchetti (team manager):

Il motore sbk 2018 è sicuramente più potente rispetto al 2017, questo ci sta mettendo in difficoltà la ciclistica e di conseguenza l’elettronica. Abbiamo più potenziale rispetto lo scorso anno, ma ne sfruttiamo molto meno.

In supersport Iturrioz si è comportato molto bene, qui non contava il risultato, ma era importante risalire in moto e riprendere gli automatismi, mentre Michael sta attraversando un periodo difficile, siamo però tutti sicuri che presto tornerà là davanti.

In tantissimi siete venuti a salutarci in pista, grazie a tutti, ci avete emozionato con il vostro calore.